Lunedì, 22 Maggio 2017 09:02

Effetto patchwork sui siti web: cos'è e perché evitarlo

Scritto da

Patchwork è una parola carina che ricorda la morbida coperta della nonna d’Irlanda. Nello sviluppo web l’effetto patchwork non è necessariamente una cosa positiva. Se per certe cose è giusto dire, come dicevano i latini, che “de gustibus non disputandum est”, nel web design l’effetto patchwork è un errore da evitare. 

Cosa genera l’effetto patchwork?

Succede che alcuni clienti chiedano allo sviluppatore di inserire determinate immagini di loro scelta all’interno delle proprie pagine web. Prima una, poi un’altra e così via dicendo, fino a riempire una pagina di immagini tutte diverse fra loro. Alcune immagini prese da fonti diverse finiscono per avere tonalità di saturazione del colore completamente diverse le une dalle altre. Tuttavia nell’ambito dell’effetto patchwork non intervengono solo i livelli di saturazione del colore e di luminosità, ma anche stili e forme che spesso rendono ancora più disomogenee le immagini fra di loro. Alla fine della progettazione la pagina web appare come una coperta della nonna: tanto dolce e rassicurante, quanto disordinata e confusa...

Effetti sulla credibilità di un sito web

Questo effetto di disomogeneità produce una sensazione sgradevole, come se sulla pagina web si fosse intervenuto a fasi successive senza preoccuparsi affatto della coerenza complessiva della comunicazione.

Gli utenti e i navigatori della rete stanno diventando sempre più esperti e sempre più sensibili agli stili grafici. La comunicazione web, proprio per questo motivo, deve essere il più coerente possibile. La mancanza di coerenza è di cattivo gusto, comunica insicurezza e viene percepita dal cliente come una mancanza di professionalità. E non può esserci niente di peggio.

Il cliente può certamente avere i suoi gusti personali, nessuno ne dubita. Tuttavia, le regole della comunicazione non sono elementi che possono essere soggetti ad “opinioni e gusti personali”. Per questo ci si riferisce ad esperti.

Lo abbiamo già detto molte volte: il mancato riconoscimento della funzione dell’esperto (che, tra l’altro, viene pagato proprio per il ruolo che ricopre) va rispettato a dispetto del gusto personale. Un esperto in web design è capace di evitare il famigerato “effetto patchwork” imprimendo coerenza, professionalità e una direzione univoca alla comunicazione globale del sito web.

Fidarsi e affidarsi

Fidarsi non è facile. E questo in generale, nella vita. Tuttavia, prima o poi ci si accorge di non essere capaci di fare tutto. Non tutti sappiamo sturare un lavandino, costruire una libreria su misura o riparare una caldaia. E’ in questi momenti che ci rivolgiamo a dei professionisti del settore.

Nessuno dice all’idraulico: “No, secondo me quel tubo andrebbe avvitato lì” o “Non credo tu lo stia facendo nel modo giusto”. E’ il suo lavoro, dunque ci fidiamo. Ci affidiamo a lui.

Lo stesso vale per il Web Designer: è arrivato il momento in cui ti sei accorto che non sai realizzare un sito web? Il passo successivo è stato contattare un professionista del settore? Lascialo fare. Ascolta cos’ha da dire. E’ vero, nel sito devi esserci tu, il sito web deve comunicare al meglio il tuo business. Ma, proprio per questo, se il web designer afferma che una cosa non funziona… credici.

Evita l’effetto patchwork sul tuo sito web

Tutto ciò per dire che il vostro sito web NON deve sembrare cucito dalla nonna d’Irlanda, ma costruito da un solido professionista che conosce il modo migliore per fare comunicazione sul web.

Letto 1234 volte Ultima modifica il Lunedì, 22 Maggio 2017 16:04