Sabato, 16 Settembre 2017 07:21

Sito vecchio? Non basta una mano di vernice

Scritto da

Non ti occupi più del tuo sito da qualche mese. È sufficiente un anno per rendere graficamente vecchio un sito web. L’obsolescenza è dovuta essenzialmente dalla velocità con la quale si muove il mondo del digitale e dell’informatica.

Lo stile grafico e il funzionamento tecnico di un sito possono cambiare nell’arco di pochi mesi e quando siamo assorbiti dal nostro lavoro rischiamo di non rendercene conto.

La percezione che abbiamo quando decidiamo di lanciare un sito web è che sia tutto perfetto. Ma gli stili grafici e le mode, che cambiano velocemente, rendono i nostri siti web vecchi.

Quando un sito web non è aggiornato periodicamente, con modifiche e adattamenti rischia addirittura apparire come un edificio instabile pieno di crepe o come una macchina arrugginita abbandonata in un campo.

Ma diciamolo è inutile una mano di vernice per risolvere il problema? Se una macchina è arrugginita è inutile cambiarne l’aspetto estetico se prima non metto a punto il motore.

Come sviluppatore ho visto molti dei miei clienti soffermarsi molto di più sull’estetica di un sito web che sul funzionamento e sugli aspetti tecnici. Spesso mi vengono chieste modifiche grafiche ma sappiamo tutti che questo non basta. Ai miei clienti non rifiuto mai le modifiche grafiche ma dal punto di vista di uno sviluppatore come me fare questo genere di lavorazione corrisponde esattamente a dare una mano di vernice ad una macchina arrugginita.

Rinnovare un sito vecchio

Con gentilezza sono venuto incontro ai miei clienti e ho fatto le modifiche che mi erano state richieste ma… ma come convincere il cliente che una mano di vernice non è sufficiente.

Il rinnovo grafico di un vecchio sito in realtà è secondario e serve a poco per farlo funzionare correttamente. Inoltre non tutte le modifiche sono sempre possibili.

Entriamo un poco negli aspetti tecnici

Un sito web e tutte le sue pagine sono costituiti da un insieme di file (porzioni di codice che svolgono specifiche funzioni) che utilizzano linguaggi di programmazione come ad esempio il PHP. Questi linguaggi al momento della loro creazione presentano delle imperfezioni, vulnerabilità o carenze che possono mettere a rischio la stabilità di un sito web. Queste linguaggi vengono ristrutturati periodicamente lanciando sempre nuove versioni.

I siti web che usano questi linguaggi a loro volta per continuare a funzionare devono essere aggiornati.

Se scegliamo di non aggiornare il sito web dobbiamo essere consapevoli che per farlo funzionare continueremo ad usare un vecchio linguaggio potenzialmente dannoso per il sito stesso.

Manutenzione di un vecchio sito

La manutenzione di un vecchio sito può comprendere l’aggiornamento della piattaforma che viene utilizzata per adeguarla alle nuove versioni dei linguaggi di programmazione. Può comprendere il controllo della sicurezza e delle barriere contro virus e spammers.

La manutenzione di un vecchio sito può anche prevedere l’aggiunta di funzionalità o l’inserimento di porzioni di codice (API) per far funzionare il sito in collaborazione con i Social Networks.

Conclusioni

Quello che vogliamo dire in questo breve articolo è di non soffermarci troppo sugli aspetti “estetici” ma ragionare su due importantissimi questioni strutturali: il funzionamento del sito sotto il profilo tecnico ma anche pensare a tutti gli aspetti che riguardano il nostro modo far conoscere e “vendere” il nostro prodotto sulla rete.

In Italia siamo ancora troppo in ritardo sia sotto il punto di vista dell’acquisizione di una sensibilità tecnica sia sotto il punto di vista del marketing aziendale.

Vogliamo dipingere la carrozzeria o mettere un bel motore potente nella nostra macchina arrugginita?

Letto 787 volte